29.5.12

Il pesto di Claudia

Claudia's pesto
©photo martinap. - do not copy

Come si avrà ben capito in casa qui si è grandi consumatori di verdure, seguendo la stagionalità piace un po di tutto. Ma forse quella verdura che meno mi attira (e parlo solo per me perché invece ai miei ometti piace) sono le taccole o fagioli Marconi che dir si voglia. Non mi hanno ma convinta fino in fondo e si che invece sono ghiotta di fagiolini/cornetti :D

Ma, strana che sono, alla fine ogni anno cado nella tentazione e ne compro sempre una mezza cassa al mercato per poi non sapere come consumarli. Quindi vi potete immaginare che quando Claudia ha rispolverato su FB il suo pesto di fagiolini non mi si sia accesa una lampadina in testa!

Cosi ho fatto la sua ricetta che potete trovare qui sostituendo semplicemente lo stesso peso di fagiolini con le taccole e sorpresa! ne è uscito un condimento fantastico :-) assolutamente da provare!!! Ora so come mangiarle "queste" taccole. E voi come le cucinate? Avete dei suggerimenti diversi che non siano bollite con olio evo e fior di sale?

Vi voglio segnalare inoltre il post di Alessia dove spiega come poter aiutare i caseifici delle zone colpite dal recente terremoto acquistando il Parmigiano Reggiano  danneggiato dai crolli dei capannoni per aiutarli a rimettersi in piedi.

Un abbraccio speciale a tutti i miei lettori e non dell'Emilia con la speranza che la terra smetta di tremare :-(

A presto

Martina


12 commenti:

  1. Non le compro, davvero mai, perchè non so come prepararle: le ho cucinate una unica volta, credo fossero con un po' di pomodoro in umido. Poi però è per svogliatezza che non le preparo. Grazie per aver segnalato questa ricetta, m'hai fatto venire una gran voglia di provarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhhh!!! allora non sono l'unica :DDD

      Elimina
  2. Mi manca il pesto con le taccole =)

    RispondiElimina
  3. Una bella idea veramente!!!!

    RispondiElimina
  4. ottima idea davvero! Mi piacciono molto le taccole, io le mangio come me le preparava mia nonna da bimba, in tegamico col pomodoro, in umido...Che buone!
    baci
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco così devo provare... grazie!

      Elimina
  5. Viva le verdure!!!E viva questo pesto di taccole, io me lo farei con delle fettucce di una nota marca di pasta di Gragnano che ho in dispensa... :D

    RispondiElimina
  6. A me piacciono molto le taccole, anche se qui non ne trovo molte...
    l'idea del pesto mi sembra davvero geniale! ora tocca provarlo! :)
    la foto è stupendissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! si di buone non è proprio facile trovarle...alrimenti prova con i fagiolini come aveva fatto Claudia :D

      Elimina
  7. Io le ho sempre e solo chiamate taccole, non sapevo del secondo nome.... e sempre cucinate con patate,pomodoro e aglio:) Mi sa che a pesto lo provo anch'io!!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'idea di unirle alle patate in effetti mi era venuta... ora mi hai dato conferma e proverò un bacione

      Elimina
  8. Ne avrei a casa, che bell'idea questo pesto! ...bello questo girar di idee! :)

    RispondiElimina

Credo che nella vita non si finisca mai di imparare, per cui ogni tua critica, consiglio o suggerimento purchè costruttivo è ben accetto! Grazie :-)